Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Convegno nazionale “Formazione, lavoro e disabilità”.

venerdì 24 ottobre 2008

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Oggi, venerdì 24 ottobre, si è svolta la prima delle due giornate dedicate al convegno nazionale “Formazione, lavoro e disabilità. Realtà psichica e realtà sociale”, presso l’Hotel Nettuno di Catania. L’impegno dell’Asl3 Catania – in collaborazione con l’Ufficio provinciale del lavoro - per il “collocamento mirato” dei disabili psichici è oggi un progetto che si realizza concretamente: «Dopo l’ottimo risultato del progetto europeo “Ex Aequo” finalizzato a contrastare la discriminazione nel mercato del lavoro - ha affermato il direttore generale Asl3, dott. Antonio Scavone - oggi abbiamo segnato un’altra tappa importante sulla strada della solidarietà e tutela dei più deboli. Grazie alla competenza del nostro Dipartimento salute mentale e del Nucleo interventi di rete, che ha visto già l’inserimento stabile di 54 disabili, stiamo continuando a mediare il delicato rapporto disabile-azienda, attraverso opportune forme di sostegno e tutorato. L’obiettivo è comunicare il messaggio che ogni singolo utente è soprattutto una persona la cui dignità va rispettata, aiutandola a superarne le fragilità: abbiamo puntato al servizio domiciliare e alla domiciliarizzazione stessa dei disabili, coscienti che “casa e lavoro” sono gli strumenti per migliorarne la condizione sociale». Numerose e importanti le autorità presenti: Marco Belluardo, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Catania; dott. Domenico Palermo, direttore Upl; dott. Carlo Romano, direttore generale Azienda “Gravina” di Caltagirone; dott. Alfio Giulio, Cisl Catania e la dott.ssa Isabella Menichini, ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali che ha patrocinato l’iniziativa.

La parola chiave dell’incontro è stata “concertazione istituzionale e sociale” a favore delle categorie più deboli: risolvere il radicato problema dell’ostracismo subìto dal disabile all’interno del contesto lavorativo è il traguardo che è possibile raggiungere grazie all’impegno comune delle istituzioni, che attuando un’efficace strategia d’inserimento lavorativo su tutto il territorio, riuscirà a concretizzare i numerosi vantaggi che la stessa legge 68/99 prevede per i disabili mentali.

«Catania ha creato un’ampia rete informativa che oggi è alla base di un sistema di inserimento e integrazione sociale – ha spiegato il responsabile del Nucleo Interventi di rete Asl3, dott. Roberto Ortoleva – diventando così un punto di riferimento per diffondere la cultura dell’accoglienza dei più deboli».

L’impegno e le iniziative della città etnea sono state anche sottolineati dalla dott.ssa Menichini – ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali Ministero – che ricordando la validità del progetto “Ex Equo” a livello europeo, ha rinnovato l’importanza che iniziative come queste hanno, nella prospettiva di combattere la diseguaglianza sociale nel mondo del lavoro.

Il Convegno si concluderà domani, sabato 25 ottobre, con un ampio spazio dedicato alla realtà psichica e sociale.




I più letti

SetteGiorni