Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Festa di Sant’Agata, iniziative della protezione civile

domenica 1 febbraio 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Al fine di garantire il corretto svolgimento della Festa di Sant’Agata, anche quest’anno la Protezione Civile comunale ha organizzato un piano di assistenza alla popolazione che affollerà il centro cittadino con almeno 700 mila presenze previste nei tre giorni dei festeggiamenti. Essenziale l’assoluto divieto di circolazione entro il perimetro individuato da Questura e Polizia Municipale che “protegge” l’intero percorso del Fercolo di Sant’Agata nei giorni 4 e 5 febbraio; l’anello per il divieto di circolazione garantirà, in tal modo, le vie di fuga per le ambulanze e tutti gli altri mezzi di soccorso predisposti a tutela dei “devoti” e della popolazione. Per il 4 febbraio il divieto di circolazione individuato sarà attivo man mano che il Fercolo percorrerà le strade cittadine, mentre per il 5 febbraio il divieto di circolazione all’interno dell’anello di sicurezza sarà attivo dal primo pomeriggio fino al rientro in Cattedrale del Fercolo. Il divieto di circolazione e di parcheggio all’interno delle vie di fuga, sarà garantito dalle Forze dell’Ordine con l’elevazione di multe ai trasgressori e rimozione forzata delle auto. Il piano operativo, redatto dal Servizio Protezione Civile della Direzione Lavori Pubblici, denominato “Operazione Sant’Agata Sicura 2009”, mette in campo 19 Associazioni di Volontariato del Coordinamento Comunale con l’impiego di circa mille volontari e disporrà tutte le operazioni di soccorso e sicurezza dalla Sala Operativa del Centro Comunale di Protezione Civile di viale Felice. Fontana. La Sala Operativa sarà sostenuta dal Servizio Protezione Civile, dal Comando di Polizia Municipale, dalla Questura di Catania, dai Servizi Tecnici e Provveditorato comunali e dal SUES 118 di Catania, con il supporto del Dipartimento Regionale di Protezione Civile (Servizio per la Provincia di Catania); le comunicazioni radio fra la Sala Operativa, le ambulanze e le squadre appiedate di volontari e le Forze dell’Ordine saranno garantite da Organizzazioni di Volontariato specializzate. Un Posto Medico Avanzato per gli interventi di primo soccorso sanitario, come medici specializzati e personale parasanitario, funzionerà in piazza Spirito Santo a cura dell’azienda ospedaliera Vittorio Emanuele. La FCE - Ferrovia Circumetnea ha predisposto un servizio gratuito per i cittadini che vorranno seguire la processione del Fercolo: Mercoledì 4 febbraio: Apertura anticipata del servizio alle ore 05.00 - Chiusura normale del servizio alle ore 20.45; Giovedì 5 febbraio: Apertura normale del servizio alle ore 07.00 - Chiusura posticipata del servizio alle ore 01.00 (del 6 febbraio). Il Sindaco Stancanelli e l’assessore alla protezione civile Mario Coppa invitano pertanto i cittadini a utilizzare i mezzi pubblici e a usufruire dei parcheggi scambiatori, al fine di rendere godibile la Festa di Sant’Agata a quanti la seguono e per favorire i turisti che affluiranno in città proprio per seguire le manifestazioni religiose e sportive e assistere ai famosi fuochi artificiali. Maggiori informazioni sulla Festa di Sant’Agata, sulle iniziative della Protezione Civile e sul tragitto del Fercolo possono essere visionate sul sito Web comunale all’indirizzo: www.comune.catania.it, cliccando sul link “Sant’Agata 2009”.




I più letti

SetteGiorni