Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

I bambini dell’istituto Mary Poppins visitano la caserma dei carabinieri

giovedì 19 maggio 2011

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Visita della Terza classe della scuola paritaria “Mary Poppins” di Librino presso la caserma dei carabinieri di Piazza Verga. “L’iniziativa – spiega Salvo Calogero, presidente dell’Associazione Culturale “Primavera” ONLUS, ente gestore della scuola – nasce nell’ambito delle normali attività didattiche che portiamo avanti come scuola, ma che si sposa benissimo con il progetto della legalità “Primavera su Librino” che si sta svolgendo nella nostra struttura. Infatti – continua Calogero - riteniamo indispensabile dare esempio di legalità, giustizia e rispetto delle istituzioni ai nostri minori assistiti, alle loro famiglie e all’intero quartiere di Librino, che purtroppo continua a vivere tristi momenti di difficoltà legati alla criminalità organizzata. Noi crediamo in un riscatto positivo del quartiere, per questo continuiamo il nostro programma educativo avvalendoci di personale qualificato che lavora e ci segue con grande passione e professionalità.

Ringrazio, per l’ottima riuscita dell’evento, tutto il corpo dei carabinieri, il responsabile della centrale operativa Maresciallo Alfio Scuderi, tutto il personale che ha mostrato, ai minori in visita, la famosa “Gazzella” dei Carabinieri, la Centrale Operativa, il Robot e le attrezzature degli artificieri e tanto altro che ha suscitato l’interesse, la curiosità e l’entusiasmo dei piccoli visitatori. Un ringraziamento infine – conclude Calogero presente anche lui alla visita - è rivolto alle insegnanti D’Urso Francesca e Grasso Angela che hanno creato l’incontro, accompagnato la classe e spiegato ai bambini l’importanza delle istituzioni e delle Forze dell’ordine”.

Portfolio




I più letti

SetteGiorni