Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la cittÓ dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicitÓ

I primi 600 catanesi chiedono a La Repubblica l’edizione locale

lunedì 23 marzo 2009

Vota quest'articolo
voti:1

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Sono stati consegnati oggi i plichi contenenti le prime 600 firme di lettori catanesi di Repubblica in calce alla lettera aperta indirizzata al Direttore della testata nazionale chiedendo a gran voce l’apertura della edizione locale catanese a seguito di quanto riportato nel corso della puntata di Report del 15 Marzo scorso. Tra le firme consegnate compaiono tantissimi giovani ricercatori universitari, insegnanti, ma anche commercianti, liberi professionisti e politici come il senatore Enzo Bianco, il segretario nazionale dei giovani democratici Fausto Raciti, e tantissimi tra assessori e consiglieri comunali. Ma tanti anche tra giornalisti e operatori dell’informazione.

L’iniziativa Ŕ nata da un gruppo di cittadini catanesi che hanno prima costituito un post su Facebook e poi lanciato l’idea della sottoscrizione di una lettera aperta ad Ezio Mauro denunciando la pluriennale assenza di una stampa indipendente nella provincia di Catania e chiedendo che venisse preso in considerazione un piano editoriale per un’edizione locale de La Repubblica per la provincia di Catania.

Ebbene, in meno di una settimana, sono oltre 2300 cittadini e cittadine hanno aderito al gruppo Facebook “Lettera aperta ad Ezio Mauro”, e diverse centinaia hanno sottoscritto la lettera via email e nei banchetti allestiti per la cittÓ.

“Ci auguriamo che siano ormai maturi i tempi per un piano industriale ed editoriale che veda la nascita della edizione di Catania de La Repubblica.”, hanno dichiarato gli organizzatori. ‘’Speriamo – concludono - che il Direttore Ezio Mauro voglia accettare l’invito a venire a parlare con noi, a Catania, di libertÓ, democrazia e futuro”.




I pi¨ letti

SetteGiorni