Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Conferenza dei servizi in seguito alla bocciatura dell’emendamento Bianco-Pistorio

IX Municipalità, fronte comune per salvare la zona franca

Ma il sindaco e i consiglieri comunali disertano l’incontro

lunedì 18 gennaio 2010, di Massimiliano Nicosia

Vota quest'articolo
voti:1

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Zona Franca: domani Stancanelli guiderà delegazione dei sindaci a Roma

Si è tenuta questa mattina nella sede della IX Municipalità la conferenza di servizio sulle possibili iniziative a sostegno della zona franca urbana.

Nei giorni scorsi l’iniziativa bipartisan dei senatori Bianco (PD) e Pistorio (MPA) di presentare in Commissione Affari Costituzionali una pregiudiziale di costituzionalità al "milleproroghe" (il decreto che di fatto ha cancellato le zone franche) aveva visto lo stop di tutti i membri di maggioranza della Commissione.

Da questo evento è scaturita la decisione del Consiglio di Municipalità il quale, dopo aver votato un documento all’unanimità, indirizzato al Presidente del Consiglio Berlusconi e ai Ministri Tremonti e Scajola e in cui si sottolinea ancora una volta l’importanza di questo strumento, ha convocato in pochi giorni una conferenza dei servizi invitando a partecipare l’amministrazione comunale, le sigle sindacali, le associazioni di categoria e gli abitanti del quartiere.

JPEG - 99 Kb

Tra i presenti, Confesercenti, Cgil, Cisl, Uil, Comitato Librino Attivo e Lega delle Cooperative.

Non è sfuggita l’assenza del Sindaco e dei membri del Consiglio comunale sottolineata dal Presidente della Municipalità Loredana Gioia ma anche dal segretario confederale della CGIL Giusy Milazzo. "E’ assurdo - ha affermato Giusy Milazzo - che oggi il Sindaco sia assente a questa riunione", il segretario confederale fa inoltre notare che da diverso tempo la CGIL aveva chiesto all’amministrazione di sedersi insieme ad un tavolo con i sindacati e le associazioni datoriali per discutere della zona franca urbana senza tuttavia ricevere alcuna risposta. "Abbiamo anche appreso che il Sindaco ha nominato un suo esperto che però non abbiamo mai avuto la possibilità di conoscere e incontrare".

Proprio nei giorni scorsi il Sindaco, durante un incontro tenuto presso la parrocchia Risurrezione del Signore, era stato protagonista di una polemica con alcune associazioni del quartiere le quali, richiamandolo ad un maggiore ascolto delle realtà del territorio, si erano sentiti rispondere di prendere appuntamento con il parroco per un incontro.

A conclusione della conferenza i partecipanti, ai quali in tarda mattinata si è aggiunto proprio l’esperto del sindaco, hanno convenuto di organizzare un nuovo incontro in vista di un importanti evento che nei prossimi giorni potrà imprimere una svolta al destino della zona franca; A febbraio infatti i sindaci dei 22 comuni interessati alle zone franche urbane porteranno al Governo le loro proposte, per questo il 21 gennaio ci sarà un incontro preparatorio con gli stessi sindaci, i tecnici del Governo e i ministri Tremonti e Scajola.

Il Presidente della Municipalità ha quindi espresso il proposito di convocare prima del 21 gennaio una nuova conferenza dei servizi auspicando che in questa occasione il Sindaco sia presente per ascoltare le proposte del territorio.

Dossier zona franca

Portfolio




I più letti

SetteGiorni