Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Intervento di Bianco (PD) e Sinistra Ecologia e Libertà

domenica 6 febbraio 2011

Vota quest'articolo
voti:1

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Se è vero che a Librino una vasta area servita da cantiere per i lavori dell’asse attrezzato è divenuta una enorme discarica a cielo aperto, è gravissimo. È inaccettabile che oggi, nel 2011, tante famiglie residenti a viale Librino siano costrette a vivere vicino a una discarica abusiva di tali dimensioni, con tutti i pericoli che ne conseguono». Così il senatore Enzo Bianco denuncia la grave situazione segnalata nei giorni scorsi dal Comitato abitanti di viale Librino. «La situazione è allarmante, non solo per il degrado ambientale, ma soprattutto per la salute di chi vive nel quartiere», afferma Bianco. «L’amministrazione comunale ha il dovere di verificare la situazione e occuparsi immediatamente della bonifica dell’area, prima che la situazione degeneri. Le autorità competenti - conclude Bianco - hanno il dovere di intervenire in ogni modo. Gli abitanti di Librino hanno il diritto di vivere in condizioni civili e di sicurezza per la salute, come in qualsiasi altra parte della città».

Anche Sinistra Ecologia Libertà esprime piena solidarietà agli abitanti di viale Librino che sono costretti a manifestare per la tutela del diritto inalienabile alla salute. “Ricordiamo che Catania è agli ultimi posti delle classifiche per la qualità della vita, grazie, anche, all’indifferenza ai problemi ambientali dimostrata dall’amministrazione Stancanelli. Il sindaco sapeva che l’area stava per trasformarsi in discarica a cielo aperta ma non ha mai mosso un dito per preservare il territorio. I cittadini hanno invece dimostrato grande senso civico, organizzandosi per far sentire la propria voce alle autorità competenti. SEL informerà subito il Prefetto di Catania, perché intervenga presso l’Amministrazione comunale, affinché il territorio di Librino e dell’intera città venga tutelato, impedendo lo scarico di rifiuti speciali e pericolosi e provvedendo subito alla totale bonifica dell’area interessata.




I più letti

SetteGiorni