Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la cittą dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicitą

La Rosa (PDL): il Comune faccia cassa con le multe impiegando i vigili fuori dall’orario di servizio

martedì 2 dicembre 2008

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Con una nota inviata all’amministrazione comunale il vice presidente vicario del Consiglio Comunale Puccio La Rosa ha avanzato alcune proposte per migliorare la legalitą ed i livelli di sicurezza nella nostra comunitą e fornire introito economico alle “casse comunali” e al Corpo dei Vigili Urbani a discapito dei trasgressori delle regole del comune vivere civile.

“La proposta presentata – spiega Puccio La Rosa – nasce dalla considerazione dell’ormai strutturale mancanza di personale che, per ragioni diverse, caratterizza il Corpo della Polizia Municipale e dall’esiguitą di risorse da destinare ad un’eventuale attivitą straordinaria degli agenti municipale per contrastare in modo pił efficace ed efficiente le mille irregolaritą ed illegalitą che affliggono il vissuto quotidiano della nostra cittą. In questo senso – aggiunge La Rosa – ho chiesto di valutare l’opportunitą e la praticabilitą di definire dei progetti finalizzati alla lotta all’illegalitą che prevedano l’impiego degli agenti dei vigili urbani, fuori dall’orario di servizio e sulla base di interventi non in contrasto con la normale attivitą lavorativa, remunerati attraverso la destinazione in favore del corpo di una percentuale delle somme derivanti dalle sanzioni applicate. In particolare č stato suggerito di finalizzare l’eventuale progetto per l’accertamento degli episodi di “sosta selvaggia”, d’occupazione abusiva del suolo pubblico, di non utilizzo del casco e di violazioni del codice della strada, dalla verifica della regolaritą dei passi carrabili, dall’utilizzo del suolo pubblico e dalle infrazioni che maggiormente condizionano in negativo la vita della cittą.

Si tratta di applicare – continua il consigliere del Pdl- strumenti gią in passato utilizzati da altre direzioni che hanno consentito di acquisire efficienza nell’erogazione dei servizi. E’ stato evidenziato all’amministrazione comunale, inoltre, - prosegue il vice presidente vicario del Consiglio Comunale -che la possibilitą di ricorrere a tale forme d’autofinanziamento, attraverso l’impiego di personale dell’ente retribuito con parte dei proventi derivanti dalle azioni d’accertamento disposte, sono state suggerite anche da leggi finanziarie dello Stato, come nel caso della finanziaria 2002, e dalla stessa legge Bassanini che consentono fonti alternative d’introito economico per gli enti locali. La proposta avanzata – aggiunge La Rosa – se attuata determinerebbe sul piano amministrativo benefici di duplice valenza. Tale proposta – conclude il vice presidente vicario -, infatti, oltre ad assicurare risorse nuove sul piano finanziario per il bilancio comunale, consentirebbe di avviare un’efficace azione di controllo del territorio, offrendo una risposta concreta alla crescente domanda di sicurezza e legalitą della nostra comunitą, e garantirebbe un adeguato supporto economico e lavorativo agli agenti dei vigili urbani in assenza d’adeguate disponibilitą nel fondo d’efficienza servizi”.




I pił letti

SetteGiorni