Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

La società Calcio Catania si impegna a ristrutturare il San Teodoro

Presentata la convenzione triennale con il Comune, previsto anche l’avvio di una scuola calcio gratuita

giovedì 6 agosto 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

“ Un nuovo corso nei rapporti tra l’Amministrazione comunale e il Catania Calcio. Si riparte dalla convenzione che il Consiglio comunale ha approvato ieri e che sarà siglato dalle parti, e subito operativo, dopo Ferragosto e prima dell’inizio del campionato di serie A” ha detto così il sindaco Raffaele Stancanelli aprendo la conferenza stampa svoltasi stamani, in sala Giunta, per presentare la convenzione triennale deliberata dal Consiglio comunale nella seduta di ieri 5 agosto. All’ appuntamento di stamattina hanno partecipato l’assessore allo sport Antonio Scalia, l’assessore alla cultura Fabio Fatuzzo, il presidente del Consiglio comunale Marco Consoli, il presidente della commissione consiliare sport Manlio Messina, i capigruppo Mpa Salvo Di Salvo e Pdl Sebastiano Condorelli, il consigliere Francesco Navarrìa, il capo di gabinetto Marina Galeazzi, il direttore dello sport Orazio Palmeri.

“Ringrazio il Consiglio Comunale – ha continuato Stancanelli- per il senso di responsabilità con cui ha lavorato esprimendosi con tempestività su delibere essenziali per la città. Questa convenzione, in particolare, ci consente di dare un contributo e di valorizzare una delle eccellenze della città ed averne in cambio un importante attenzione per i quartieri più disagiati in termini di azioni sociali”. Lo schema di convenzione ha tra i punti salienti l’utilizzo, per i prossimi tre anni, del maggiore impianto sportivo catanese, lo stadio “A.Massimino” da parte della prima squadra del Club Calcio Catania insieme all’uso dell’annesso campetto di allenamento e l’uso di quello di Monte Po per le squadre giovanili. “La società - ha detto Antonio Scalia, assessore allo sport – in cambio ristrutturerà il campo sportivo “San Teodoro” di Librino con gli annessi spogliatoi, promuovendo una scuola calcio, gratuita per i bambini e i ragazzi del quartiere in sinergia con la Municipalità e le associazioni di base che operano nella zona”. La società si impegna inoltre a curare la manutenzione del manto erboso, dell’ illuminazione e delle pulizie degli impianti sportivi concessi in gestione, sgravando cosi il Comune di tutte le spese di funzionamento. “ Avevamo preso con la città – ha detto il presidente del Consiglio comunale Marco Consoli- l’impegno di lavorare sodo, l’abbiamo fatto addirittura accelerando e deliberando, in una sola seduta, nodi storici per la nostra città, penso alla variante 6 dell’Asi ad esempio. Per la convenzione con il calcio Catania abbiamo apprezzato il lavoro di una maggioranza compatta ed una opposizione responsabile che hanno scelto un forte valore sociale per la città”.

“Notevole visibilità – ha concluso Scalia- al logo del Comune e alle iniziative dell’ente sarà assicurata nel corso dei collegamenti e nelle riviste ufficiali del Catania Calcio”. Anche i 400 mila euro di debito che la società ha nei confronti del Comune saranno ripianati.

Portfolio




I più letti

SetteGiorni