Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Legambiente Catania. Si è svolta l’operazione Spiagge e fondali puliti 2010

domenica 30 maggio 2010

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Svolta l’edizione 2010 di Spiagge e Fondali Puliti, il tradizionale appuntamento di Legambiente per la pulizia e la tutela delle nostre spiagge. Un’azione di sensibilizzazione che intende ogni anno promuovere una maggiore attenzione alla tutela delle coste sia attraverso un gesto concreto di pulizia ma anche invitando i cittadini meno attenti a non sporcare e le amministrazioni pubbliche ad investire di più per controllare e difendere il territorio da abusi e illegalità.

In provincia di Catania la manifestazione si è svolta nella spiaggia di Praiola ricadente nel Comune di Riposto. La scelta di questa spiaggia per l’iniziativa è stata motivata dai responsabili di Legambiente per l’elevato interesse naturalistico e paesaggistico di questo tratto di litorale inserito nel pregevole contesto del "Chiancone". In particolare, secondo Renato De Pietro, Presidente di Legambiente Catania, “tutti i tratti costieri della provincia di Catania scampati alla cementificazione vanno rigorosamente tutelati sia per conservare gli ultimi aspetti di naturalità delle nostre coste ma anche per favorire uno sviluppo turistico basato sul rispetto dei beni naturalistici e culturali; per tale motivo appare irresponsabile l’ipotesi del comune di Riposto di vendere una vasta area della contrada Gancia posta alla sommità del Chiancone per consentire la realizzazione di un progetto di lottizzazione. Invitiamo il Comune a volere riconsiderare la propria decisione e i cittadini a proporsi ancora una volta parte attiva nella difesa del territorio.”

I volontari di Legambiente, ai quali si sono uniti cittadini presenti nell’area, in poche ore hanno completamente ripulito dai rifiuti abbandonati o spiaggiati dalle mareggiate un vasto tratto del litorale riempiendo decine di sacchi che sono stati accumulati presso un punto di raccolta predisposto dal Comune.




I più letti

SetteGiorni