Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Licandro su dirottamento fondi FAS: "Centrodestra piange lacrime di coccodrillo"

mercoledì 14 gennaio 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

“Quando si fa l’apprendista stregone poi si diventa vittime dei propri sortilegi”. L’onorevole Orazio Licandro, responsabile nazionale Organizzazione dei Comunisti italiani, commenta così l’ennesimo scippo perpetrato ai danni della Sicilia da parte del governo della destra attraverso il dirottamento dei fondi Fas. “Chi ha aperto il saccheggio dei fondi Fas destinati alla realizzazione delle infrastrutture per le aree arretrate, e dunque principalmente per il Meridione, sono stati proprio coloro che oggi versano ettolitri di lacrime di coccodrillo. Quando per ripianare le malefatte di otto anni di disamministrazione a Catania hanno prelevato ben 140 milioni di euro, destinati invece a opere pubbliche, che peraltro non sono serviti a nulla dal momento che la situazione continua a peggiorare e si teme il blocco totale del trasporto pubblico, già di per sé una schifezza, per mancanza di risorse per l’acquisto del metano”. Licandro aggiunge quindi che “questo governo sinistramente settentrionale che ha in odio il sud, se non come straordinario bacino elettorale, adesso ha servito lor signori. Compresi i sedicenti tutori dell’Mpa, che hanno senza batter ciglio votato la fiducia”. E conclude: “Menzogne, incapacità, mistificazioni. Ma per carità, siciliani, continuate a votarli!”.




I più letti

SetteGiorni