Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

“Missioni” internazionali, ottobre mese positivo per le imprese etnee

venerdì 24 ottobre 2008

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Ottobre si chiude con un bilancio più che positivo per le aziende etnee che hanno partecipato alle tre prestigiose “missioni” internazionali promosse per la prima volta dalla Camera di Commercio di Catania. Proprio domani (sabato 25) si concluderà il TTI Travel Trade Italy di Rimini la più importante manifestazione per il settore turistico -a cui partecipano ben dodici imprese etnee-, non aperta al pubblico di massa ma organizzata con un rigoroso calendario di incontri per gli accreditati, mentre nei giorni scorsi si è conclusa l’avventura dello Smau, il noto evento fieristico milanese. Ad inizio mese erano state invece 15 le imprese etnee che hanno partecipato alla golosa “Gourmesse 2008” di Zurigo. E’ la prima volta che la Camera di Commercio sceglie per le imprese locali queste tre importanti destinazioni, e non a caso gli appuntamenti sono già stati inseriti nel calendario 2009. L’obiettivo della Camera di Commercio è stato dunque quello di sostenere il comparto I.T.C. information&communication technology che a Catania è stato rappresentato da cinque aziende di piccola e media dimensione; aziende che sono riuscite a rendersi autonome e a caratterizzare la loro produzione indipendentemente dalla presenza della multinazionale ST Microelectronics. Nel caso del TTI di Rimini, invece, le imprese sono state invece inserite in un contesto dov’è il business turistico ad avere la meglio. Particolarmente soddisfatti gli ospiti di queste ultime due iniziative: ad accompagnare ed assistere le imprese che hanno partecipato allo Smau, oltre ai funzionari, c’era il consigliere camerale nonché presidente della commissione Hi Tech Giuseppe Ursino. Allo Smau (tenutosi dal 15 al 18 ottobre, con visitatori selezionati tra addetti ai lavori di alto livello dietro specifico invito) si sono dunque recate le imprese che si occupano di tecnologie legate al settore della security, dello sviluppo software del sistema bancario, di software di gestione per il controllo e la telegestione, soluzioni informatiche personalizzate, sistemi di videoconferenza- e i referenti della Camera. Ad accompagnare le dodici imprese a Rimini ( tre tour operator incoming, un’ associazione di categoria - promozione settore vitivinicolo; otto alberghi) c’era anche il funzionario direttivo Letizia Siciliano: “Qui c’è realmente un incontro fra domanda ed offerta. E non a caso. L’agenda di appuntamenti dei coespositori viene creata direttamente dall’impresa che può contare su un catalogo on line di 550 tour operator internazionali provenienti da 50 paesi. L’incontro è quindi finalizzato alla immediata realizzazione di proposte commerciali”. Il segmento di mercato che le aziende etnee hanno interesse ad avvicinare è quello del “leisure” (turismo vacanziero) , congressuale e business travel.

Obiettivo finale? Creare una destinazione Catania sotto il marchio dell’Etna.

Portfolio




I più letti

SetteGiorni