Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Pagano (FGCI) su Experia: "demolito il lavoro di decine di giovani"

venerdì 30 ottobre 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Il coordinatore regionale della Fgci (Federazione giovanile Comunisti italiani), Emanuele Pagano, esprime la solidarietà ai militanti del Centro sociale Experia di Catania, sgomberato nella notte dalla polizia, e condivide l’appello alla partecipazione al presidio davanti alla struttura. “L’azione – fa notare Pagano -, compiuta dalle forze di polizia in tenuta anti-sommossa, colpisce un centro popolare attivo in uno dei più degradati quartieri popolari di Catania. Nella realtà catanese, le amministrazioni di destra, comunali e regionali, hanno ancora una volta dimostrato di agire non nell’interesse di tutta la comunità, aggredendo una delle poche realtà sociali del quartiere, che da ben 17 anni continua ad essere l’unico centro di aggregazione. Oltre al danno perpetrato dalle destre alla città in anni di mala amministrazione, si aggiunge quindi la beffa di vedere in pochi attimi demolito il lavoro di decine di giovani che insieme con i residenti del quartiere avevano lavorato ai progetti del Centro Popolare”. Pagano quindi condanna “la gestione dello sgombero da parte delle forze dell’ordine, che hanno caricato i presenti nel centro senza nessun motivo, provocando ferite a decine di presenti, facendo piombare l’atmosfera in un clima che ricorda più il Cile di Pinochet che non l’Italia repubblicana e democratica”.




I più letti

SetteGiorni