Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Riapre la Villa Bellini

venerdì 16 gennaio 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, insieme a numerosi assessori comunali, tecnici e cittadini comuni, ha restituito alla città l’area del Giardino Bellini inclusa tra l’ingresso di via Etnea e piazza Roma, chiusa completamente dal mese di gennaio del 2008 per gli imponenti lavori di restauro che da oltre un anno e mezzo stanno interessando gli oltre settantamila metri quadrati del vasto polmone verde nel cuore della città. I lavori che sono stati finora completati hanno interessato l’ingresso su via Etnea realizzato dal Samonà negli anni 30, i tre viali paralleli la via Santa Euplio e l’area di piazza Roma afferenti l’impianto ottocentocentesco del Fichera. Sono stati riordinati tutti i sottoservizi, rifatto l’impianto di illuminazione e installato un moderno sistema sistema di videosorveglianza; si è provveduto inoltre a ricostruire il muro di cinta su via Santa Euplio crollato negli anni 80 e da allora non più risistemato. Nella parte di piazza Roma sono stati allocati anche alcuni giochi per bambini, oltre a nuove panchine.

“Uno dei luoghi simbolo di Catania viene riconsegnato ai cittadini. seppur parzialmente, dopo i lavori di ristrutturazione condotti ottimamenete da progettisti e direzione lavori -ha dichiarato il sindaco Raffaele Stancanelli-. Si tratta ora di mantenere al meglio la villa Bellini e per questo lancio un appello ai catanesi perchè ci aiutino nel nostro lavoro di vigilanza e cura di questa straordinaria parte della città. E’ fondamentale -ha detto il sindaco- che i concittadini ci diano una mano nel nostro lavoro evitando di imbrattare muri e divellere panchine. Oggi nessun trionfalismo, solo la gioia di poter restituire alla città il suo più grande spazio verde, restaurato e migliorato. Abbiamo aspettato che finissero le piogge di questi giorni per consegnare il giardino Bellini nelle migliori condizioni, perchè sono convinto che la riapertura della Villa rappresenti complessivamente un segnale positivo per la ripresa della città”.

Il Comune di Catania per realizzare i lavori di restauro del Giardino Bellini ottenne un finanziamento dall’Unione Europea di poco più di 14 milioni di euro partecipando a un bando regionale per il «finanziamento di interventi pubblici finalizzati alla valorizzazione del patrimonio storico culturale dell’isola ed allo sviluppo della fruizione di beni culturali e ambientali nonché alla promozione dei beni e delle attività culturali” Il progetto elaborato dalla direzione Lavori Pubblici e in particolare curato dall’architetto Marina Galeazzi, denominato Recupero e valorizzazione del verde storico “Giardino Bellini” per una migliore fruibilità anche ai fini ludico-spettacolari fu premiato (tra i quasi cinquecento progetti presentati all’Assessorato Regionale ai Beni Culturali) con il massimo punteggio nella graduatoria provinciale.

In questo anno anno e mezzo di lavoro dall’apertura del cantiere sono stati effettuati una fitta serie di interventi "a rete"– in particolare gli scavi, la posa degli impianti, le opere di giardinaggio, i restauri, le pavimentazioni oltre alla posa in opera degli arredi, dovranno essere realizzati in piena compatibilità con la riattivazione degli spazi della Villa che sono stati riaperti al pubblico.

Il progetto per essere completato definitivamente necessita ancora di circa sette mesi di lavori, in generale, mira alla riqualificazione di tutte le componenti naturali ed artificiali del giardino con l’obiettivo di recuperare l’identità storica e artistica, valorizzandone l’immenso patrimonio monumentale, paesaggistico che lo caratterizza.




I più letti

SetteGiorni