Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la cittÓ dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicitÓ

Rifondazione comunista: solidarietÓ sezione Rinascita

giovedì 30 aprile 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

La Federazione catanese del Partito della Rifondazione Comunista esprime piena solidarietÓ alla storica sezione “Rinascita” e al partito Sinistra Democratica.

I nuovi emissario del rinascente fascismo, nella notte del 25 aprile hanno lordato con simboli e scritte nazi-fasciste la saracinesca e l’area adiacente della sezione “Rinascita”, sita nel quartiere di Picanello.

Quanto avvenuto non Ŕ certo un episodio isolato.

Da anni infatti, nella nostra cittÓ bande di nuovi fascisti sono impegnate in violenze nei confronti di giovani democratici e militanti della sinistra.

Alla grande riuscita della manifestazione del 25 aprile, le organizzazioni fasciste hanno risposto con il vile atto nei confronti della sezione Rinascita e con la contemporanea affissione i manifesti inneggianti al dittatore Benito Mussolini.

La piena riuscita di tutte le manifestazioni, che copiosamente si sono svolte nel Paese Ŕ la risposta pi¨ matura contro ogni tentativo di ritornare indietro e di dare nuova legittimazione ai criminali fascisti e nazisti che hanno cancellato la libertÓ, insanguinando per anni l’Europa tutta.

Contro il rigurgito neofascista forte deve essere l’appello all’unitÓ antifascista ed alla difesa dei valori della Resistenza che, come ha recentemente ricordato il Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano, sono e restano le fondamenta della nostra Repubblica.

1 Messaggio

  • Rifondazione comunista: solidarietÓ sezione Rinascita

    6 maggio 2009 13:11, di giorgio galletta

    ..."criminali fascisti e nazisti che hanno cancellato la libertÓ, insanguinando per anni l’Europa tutta"...
    Appare veramente ridicolo e paradossale che certa gente, che vuole rifondare il comunismo, si innalzi a difensore della pace, della libertÓ e della democrazia. Come se la Rivoluzione di Mao, o i gulag di Stalin o le repressioni comuniste in Romania, Bulgaria, Cina, Cuba, Afghanistan, Cecenia, Ucraina, Cecoslovacchia, Jugoslavia, Ungheria,... siano un’invenzione dei media.
    Sono seriamente basito dalla stupiditÓ e dalla ipocrisia di questa gente, ed anche stufo di sentire dopo 60 anni sempre gli stessi deliri




I pi¨ letti

SetteGiorni