Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Trofeo Sant’Agata: vincono lo sport e il divertimento

lunedì 9 febbraio 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

“Né vinti, né vincitori”, ma solo un fine settimana all’insegna del divertimento sportivo. A Catania, al campo IV Novembre sabato e domenica infatti non si sono visti giocatori sconfitti, ma solo 16 società del baseball e del softball che hanno raggiunto la città etnea da tutta la Sicilia e la Calabria, con lo scopo di unirsi nel nome dello sport per il 2° Trofeo Sant’Agata Baseball 2009. Atleti di diverse categorie, dalla A2 alla serie C di softball e baseball, si sono cimentati in mini tornei per un più organico sviluppo tecnico tra atleti e dirigenti. Il torneo è stato organizzato dall’A.S.D. Elephants Baseball Catania: la Presidentessa Francesca Caruso è riuscita in pochissimi giorni, in collaborazione con le altre società siciliane di baseball e softball a riunire 150 atleti per quella che è stata una festa di sport.

La giornata di sabato è stata caratterizzata dalle sfide tra atleti e dirigenti (con atleti di età non inferiore ai 14 anni e tesserati FIBS) che si sono cimentati in partite di Softball misto con incontri che si sono disputati sulla distanza di 5 innings con il limite di tempo di 45 minuti, mentre la giornata di domenica è stata una festa per tutti i ragazzini under 14 appassionati di baseball con incontri disputati in 4 innings con il limite di tempo di 60 minuti.

Al 2° Trofeo Sant’Agata Baseball 2009 hanno partecipato oltre alla società organizzatrice Elephants Baseball Catania anche Sagittarius Baseball, C.U.S. Messina, Castiglione 2000, Polizzi Softball, Randazzese Devils Softball, Randazzese Baseball, Aquila Bronte Baseball, Eagles Misterbianco, Scorpions Giarre, Catania Baseball Project, Normanni Baseball, Warriors Paternò, Chiken Little Polizzi, Modica Baseball e Ludo Messina.

JPEG - 61.2 Kb
Nella foto, da sinistra, Crisafulli, Raciti, Bonaccorso

“Nonostante fosse un torneo amatoriale, i partecipanti, ognuno nella propria squadra hanno dato il massimo per vincere. – ha spiegato il Presidente Regionale della Fibs Michele Bonaccorso - Lo scopo è stato quello di unire le forze per far si che atleti e tecnici che oggi giocano possano essere i dirigenti di domani. Obbiettivo quello di unire tutto il quadro tecnico della nostra federazione. Abbiamo avuto poco tempo per organizzarlo però portare in campo così tanta gente è stata per noi una grande soddisfazione. La domenica abbiamo deciso di far scendere in diamante i ragazzini, per trasmettergli il concetto che facendo sport uniti si può arrivare a realizzare progetti importati”.

Alla manifestazione ha assistito il Presidente Provinciale del Coni Pippo Crisafulli, al quale il Presidente Regionale della Fibs Michele Bonaccorso e il Consigliere Federale Mario Raciti hanno consegnato in omaggio un libro sul baseball e gli strumenti necessari per una partita di baseball.

“Sono venuto al campo IV Novembre per questa manifestazione e l’ho trovato molto migliorato e ricco di ragazzi pieni di entusiasmo. Entusiasmo che bisogna incentivare. – ha detto Crisafulli - A me non piace quando si da l’appellativo di sport minori a sport come il baseball. L’idea di coinvolgere tanti giovani è un passo molto importate per proiettarsi in maniera importante, dall’attività agonistica all’attività giovanile”.

Il trofeo è stato conquistato per il softball misto dagli Elephants Baseball Catania, mentre per il baseball si sono distinti i Warriors Paternò sia per la categoria allievi che per la categoria ragazzi.




I più letti

SetteGiorni