Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Villa Fazio, intervista al Sindaco Stancanelli: «i residenti facciano la loro parte»

Per il Sindaco l’iniziativa ha un valore simbolico ma su Villa Fazio nessun progetto concreto

domenica 6 febbraio 2011, di Massimiliano Nicosia

Vota quest'articolo
voti:2

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Sindaco, in un comunicato stampa del Comune si invitavano i cittadini a partecipare alla giornata di oggi per riportare lo sport a Catania. Basta questa iniziativa per riportare lo sport a Villa Fazio?

No, se diciamo che basta questa iniziativa diciamo una cosa non vera, ma questa iniziativa aiuta a creare una cultura dell’ambiente e anche dell’utilizzazione degli spazi pubblici per lo sport;

Non è un controsenso che l’amministrazione inviti i cittadini a dare una mano per pulire Villa Fazio quando su di essa non esiste alcun progetto concreto di utilizzo da parte del Comune?

No, questo no... esiste il progetto... le dico subito cosa esiste a Catania. Lei deve sapere che a Catania ci sono circa 140 squadre dilettanti di calcio; gli impianti sportivi di Catania, che sono molti, li abbiamo trovati in stato di estremo abbandono. I primi interventi li abbiamo già fatti e li abbiamo messi in sicurezza i successivi interventi serviranno per far si che queste strutture sportive possano essere adeguate ed utilizzate.

Per Villa Fazio l’impegno, anche economico, però non è da poco

Questa è una struttura che è stata vandalizzata e abbandonata e questa attività di stamattina vuol far vedere anche ai cittadini del quartiere che se considerano questa struttura anche una cosa propria questa potrebbe essere meglio utilizzata.

Ma dopo questa attività, se non c’è un progetto di recupero, non esiste il rischio che quello che è stato pulito oggi torni ad essere sporcato domani?

Questo dipende dall’amministrazione comunale ma anche dai cittadini.

Lei pensa che siano gli abitanti di Librino che vengono a Villa Fazio a scaricare materiale con i camion?

No, non dico questo. Perciò mettevo l’accento sulla necessità di una collaborazione. Se si aspetta che faccia tutto l’amministrazione, considerando che dobbiamo controllare tutta la città, ci vorrebbero migliaia di uomini delle forze dell’ordine.

E allora secondo lei un residente di Librino, per dare una mano al recupero di Villa Fazio, cosa potrebbe fare, oltre aiutare i volontari a pulire?

Tutti gli immobili del comune che non saranno dismessi, e Villa Fazio non sarà dismessa, saranno messi in un circuito di utilizzazione. Nel momento in cui Villa Fazio entrerà a far parte di questo circuito verrà strutturata in modo da poter essere fruita dal cittadino.

Concretamente questo cosa vuol dire. Con che tempi avverrà questo recupero?

I tempi non glieli posso dare perchè dipendono anche dalla possibilità di intervento economico.

Quindi diciamo che al momento tempi precisi non ce ne sono.

No, non ci sono i tempi e non ci sono le risorse economiche.

A proposito di strutture sportive, è passato più di un anno dalla conferenza stampa di presentazione della convenzione tra Comune di Catania e Calcio Catania per la gestione dell’impianto sportivo San Teodoro. A distanza di un anno però pare che l’unica cosa che abbia funzionato sia stata solo la conferenza stampa.

Questo sarà uno dei motivi di contenzioso con il Calcio Catania che in questi giorni ha fatto sapere di voler recedere dall’accordo. Conclusa questa vicenda cercheremo di inserire anche il San Teodoro in un percorso di recupero.

Intanto, per tornare al tema dei rifiuti, le segnaliamo che in viale Librino 15 i residenti lamentano la presenza di una discarica a cielo aperto.

Da due anni e mezzo a questa parte abbiamo bonificato oltre 1000 discariche, abbiamo colto in flagrante coloro i quali scaricano il materiale che, come giustamente diceva lei, non sono gli abitanti del quartiere. Ma non si può vigilare su tutti i luoghi di Catania, io invito i cittadini a farci le segnalazioni.

A quale ufficio devono rivolgersi i cittadini per effettuare le segnalazioni?

Attraverso il numero verde dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico del comune di Catania.

Per quanto riguarda questa discarica in viale Librino?

Nel momento in cui mi arriverà la segnalazione darò mandato ai responsabili dell’ambiente di intervenire.

Intanto la segnalazione gliela stiamo facendo noi direttamente in questo momento.

Ecco, già informalmente ma concretamente ho ricevuto la vostra denuncia e riferirò in modo che sicuramente nei prossimi giorni si provvederà ad eliminare la discarica.

- vedi anche Iniziativa di Controcampus pulizie generali a Villa Fazio




I più letti

SetteGiorni