Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

Villa Papale destinata al comando provinciale dei Carabinieri

La masseria ubicata tra il Villaggio Sant’Agata e Fossa Creta attendeva da anni una destinazione

sabato 20 giugno 2009

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Il comando provinciale dei Carabinieri di Catania può contare sulla nuova caserma nel quartiere di Librino.

La giunta comunale presieduta da Raffaele Stancanelli ha infatti adottato la delibera che concede in uso gratuito all’Arma dei Carabinieri il grande immobile che i cittadini di Librino conoscono come Villa Papale.

“Un segnale di grande rilevanza per Librino e per l’intera città -ha spiegato il sindaco- che consente di avere anche in questa parte importante del nostro territorio un presidio di legalità di cui non sfugge a nessuno l’importanza strategica per la sicurezza pubblica”.

L’atto di indirizzo politico adottato dalla giunta Stancanelli su proposta dell’assessore al patrimonio Giuseppe Arcidiacono, autorizza il responsabile della direzione comunale Patrimonio a sottoscrivere un contratto di concessione a titolo gratuito della struttura di proprietà comunale di viale da Verrazzano. L’attuazione di questo obiettivo si inquadra nella collaborazione tra Ministero dell’Interno ed Enti Locali per realizzare l’obiettivo della cosiddetta “sicurezza partecipata” mediante apposite convenzioni finalizzate a cedere, senza oneri, strutture e caserme da destinare ai presidi di sicurezza per i cittadini.

L’immobile che è composto da 22 vani posti su tre elevazioni e un piano cantinato può anche contare su un grande parcheggio di circa 2000 mq oltre a una vasta area a verde di circa diecimila metri quadrati.

La struttura, con annesse pertinenze, è stata di recente ristrutturata dall’assessorato comunale ai lavori pubblici, affinché venisse ceduta all’Arma dei Carabinieri, sulla base di un progetto redatto poco più di un anno addietro.

Subito dopo l’adozione dell’atto deliberativo che stabilisce la cessione dell’immobile il sindaco Stancanelli ha informato il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Giuseppe Governale: ”In tempi abbastanza celeri -ha spiegato il sindaco- la caserma a Librino potrà diventare operativa visto che la grande struttura ha tutti i requisiti per accogliere i militari che ancora una volta ringraziamo per il prezioso lavoro che svolgono. I nostri concittadini di Librino devono sentire forte l’attenzione delle istituzioni ai vari livelli che hanno come interesse primario quello di garantire la sicurezza pubblica. Noi -ha conluso Stancanelli- siamo fortemente impegnati in questo senso e dare la possibilità ai Carabinieri di potere lavorare nelle migliori condizioni riteniamo sia un nostro preciso dovere”.

Portfolio




I più letti

SetteGiorni