Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

la Periferica WEB numero 2

mercoledì 12 gennaio 2011

Vota quest'articolo
voti:0

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Scarica il pdf

Se attraversare è un rischio

L’ennesimo incidente stradale mortale avvenuto ad inizio anno al Viale Castagnola, all’altezza del civico 5, riapre nuovamente il dibattito sulla sicurezza su questo tratto di strada, tristemente noto per i numerosi incidenti susseguitesi negli anni.

Il tratto in questione infatti risulta alquanto trafficato a causa della presenza di un panificio, un Chiosco ed un Tabacchino sul Viale Castagnola e di una Farmacia, di una banca e di uno studio medico ed altre attività sul Viale Librino. In entrambi i lati inoltre sono installate delle fermate dell’autobus che rende la zona altamente frequentata da parte dei residenti e non solo. Ad aggravare la situazione sono poi le macchine posteggiate in seconda e terza fila che riducono notevolmente la carreggiata, aumentando ancora di più il pericolo per i pedoni. Gli ingegneri incaricati al progetto del piano stradale avevano già individuato la zona come potenzialmente pericolosa costruendo un ponte per l’attraversamento pedonale che però è poco adoperato dai pedoni, forse a causa della non facile accessibilità ed utilizzato maggiormente per l’affissione di cartelloni pubblicitari.

Gli interventi da attuare sono semplici e di rapida realizzazione e comprendono l’istallazione di un semaforo pedonale ed il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale. Le strisce pedonali infatti sono ormai quasi del tutto scomparse e quest’ultime non sono preannunciate da alcun cartello, come richiede il codice della strada.

Problema simile si ripresenta al Viale Nitta nei pressi dell’Ufficio Postale: stessi esercizi commerciali (un Bar ed un Panifico) ed uguale intasamento delle carreggiate da parte delle macchine in attesa. In questi casi è d’obbligo appellarsi ad una maggiore attenzione da parte dei pedoni ed automobilisti che devono fare la loro parte nel rispetto delle regole; contemporaneamente però occorre che entrambe le zone vengano messe in sicurezza per evitare il riproporsi di incidenti che, con il loro regolare ripetersi, stanno diventando una triste costante per gli abitanti del quartiere.

Giovanni Giuffrida




I più letti

SetteGiorni