Settimanale di informazione sulla periferia di Catania
Librino Pigno San Giorgio Villaggio Sant'Agata Zia Lisa ...e dintorni
cronaca quartieri archivio la città dalla stampa libera avvisi&annunci lavori in corso chi siamo collegati collabora pubblicità

’ucuntu n.ro 55 - «Scusatetanto»

mercoledì 21 ottobre 2009

Vota quest'articolo
voti:0

Vedi on line : Ucuntu

  • Digg
  • Del.icio.us
  • Facebook
  • Google
  • Technorati
  • Live
  • Scoopeo
  • Wikio
  • Furl
  • Blogmarks
  • Reddit
  • Mister wong

Berlusconi e Tremonti: «Abbiamo scherzato. Non è vero che “precario è bello” e che “più mobilità uguale più ricchezza” . Ci vuole il lavoro fisso, il posto di lavoro stabile come una volta». Dopo quindici o vent’anni di esaltazione del precariato, la classe dirigente cerca di salvarsi in extremis rinnegando tutto.

Ma quante migliaia di giovani hanno pagato e pagano sulla propria vita la fine dei diritti operai, il lavoro nero eretto a ideologia? Quante famiglie sfasciate? E (se non si offende a chiamarla così) la sinistra, la nostra cara sinistra così educata e perbene, non ha nulla da dire su queste cose?




I più letti

SetteGiorni